Itinerario marittimo

Case vacanza a Gallipoli: scegli la convenienza

Appartamenti in affitto a Gallipoli

Pernottare presso delle case vacanza a Gallipoli  è una magnifica idea per trascorrere una vacanza in questa bellissima città salentina che molti amano definire "La perla dello Ionio".

Gallipoli, un'icona di turismo estivo a livello nazionale

La città di Gallipoli, per quanto riguarda il turismo estivo, è divenuta una delle mete più gettonate non solo del Salento, ma anche dell'intera nazione.

Questa località, d'altronde, ha davvero tutto: un centro storico antico e ricco di fascino, un'accattivante zona moderna ricchissima di negozi, delle spiagge magnifiche, un mare pulitissimo, tanti lidi balneari ottimamente attrezzati, senza dimenticare i numerosissimi eventi musicali grazie a cui è divenuta una delle mete più apprezzate dai giovani in cerca di divertimento.

Perché scegliere delle case vacanza a Gallipoli

In una città piuttosto popolosa come Gallipoli, il cui numero di abitanti si moltiplica durante i mesi estivi, le soluzioni di pernotto sono tantissime, dagli alberghi ai villaggi, dai B&B ai residence, tuttavia molti turisti scelgono di optare per le case vacanza.

Alloggiando in una casa vacanza è possibile vivere il proprio soggiorno gallipolino all'insegna della massima libertà.

Le case vacanza sono una soluzione di soggiorno che consente di risparmiare in modo notevole, soprattutto in località turisticamente molto gettonate come Gallipoli.

Non stupisce, dunque, il fatto che quest'opportunità sia colta assai spesso da famiglie e da comitive: se si viaggia in gruppo le case vacanza consentono di abbinare al meglio comodità e risparmio.

Dove dormire a Porto Cesareo: gli appartamenti in affitto

Appartamenti in affitto a Porto Cesareo

Se si è in cerca di un appartamento in affitto a Porto Cesareo, una delle più belle località balneari di tutto il Salento, può essere un'ottima idea quella di far riferimento agli appartamenti disponibili in zona.

Porto Cesareo, una località balneare magnifica

Il mare di Porto Cesareo è davvero sensazionale e sebbene tutto il Salento possa vantare un mare unico, in molti si sbilanciano nell'affermare che quello che bagna queste zone è il più bello in assoluto.

Le spiagge più belle di Porto Cesareo sono sicuramente Località L'Approdo, dinanzi alla quale sorge la cosiddetta Isola dei Conigli, Torre Lapillo e Punta Prosciutto, le quali vantano ampie spiagge sabbiose altrettanto accattivanti, dei veri e propri paradisi.

Un centro costiero ridente e rinomato

Porto Cesareo è anche un centro ridente e molto popolato, nelle ore serali, sia da coppie e famiglie che da giovani, assai gettonato dal punto di vista turistico.

Alloggiare in questo comune della provincia di Lecce, dunque, non può che essere piacevole, senza trascurare il fatto che scegliendo un appartamento in affitto a Porto Cesareo o in altre zone limitrofe, quali la già citata Torre Lapillo, è possibile raggiungere la spiaggia comodamente a piedi.

Perché scegliere di soggiornare in un appartamento

A Porto Cesareo le proposte di soggiorno sono varie, tuttavia tantissimi turisti scelgono di far riferimento agli appartamenti in affitto.

Tanti proprietari immobiliari della zona, infatti, propongono in affitto i loro appartamenti nei mesi estivi e una soluzione di questo tipo è perfetta per chi vuol vivere la propria vacanza in modo totalmente libero, senza dover rispettare alcun orario, come è necessario fare in hotel, ad esempio, per consumare il pranzo e la cena e potendo anche ospitare degli amici.

Le offerte di appartamenti in affitto a Porto Cesareo sono piuttosto numerose, di conseguenza i turisti di ogni target possono facilmente individuare delle buone proposte, sia quelli che hanno necessità di risparmiare, sia quelli che hanno pretese più alte e che vogliono pernottare in un appartamento di alto livello, magari con vista mare.

Trulli in affitto a Novaglie: una vacanza indimenticabile

Appartamenti in affitto a Novaglie

Se si vuol trascorrere una vacanza nel Salento davvero indimenticabile può essere un'idea assai suggestiva quella di pernottare in un trullo della zona di Novaglie.

Di cosa si tratta esattamente?

Il trullo, costruzione tipica della Puglia

Il trullo è una costruzione molto particolare, realizzata tramite pietra a secco rigorosamente originaria della Puglia; nella grande maggioranza dei casi i trulli hanno una forma conica, come tipico di località pugliesi quali Alberobello e Ostuni, nel Salento tuttavia queste costruzioni così ricche di fascino presentano non di rado anche delle forme alternative.

I trulli, ad ogni modo, sono in tutti i casi dei veri e propri capolavori di architettura storica.

I trulli nel Sud Salento

Nel Salento i trulli sono frequenti soprattutto nelle sue zone più meridionali e diversi accattivanti esempi di tali antichi edifici si trovano presso la Marina di Novaglie, suggestiva località balneare del versante adriatico salentino appartenente a tre diversi comuni, ovvero Alessano, Corsano e Gagliano del Capo.

Il loro stile si associa in modo davvero unico al contesto naturale, rendendo queste abitazioni dei piccoli gioielli incastonati tra il verde e le scogliere.

La Marina di Novaglie

Novaglie è davvero una località costiera ricchissima di fascino, un luogo vivamente consigliato a chi desidera una vacanza nel Salento all'insegna della natura e del relax, lontano da spiagge affollate.

Il tratto costiero di Novaglie propone esclusivamente scogliere; le spiagge sabbiose sono assenti, dunque, ma ciò non rappresenta affatto un limite, anzi i paesaggi naturali di questo tratto di costa sono davvero unici e rappresentano un autentico paradiso per chi ama le immersioni, lo snorkeling e l'escursionismo.

Questa località paradisiaca e riposante è inoltre situata in un punto strategico, distando circa 15 Km da Santa Maria di Leuca e dalle bellissime spiagge di Torre Vado e solamente 10 Km dalla Marina di Tricase.

Residence a Torre Mozza: quale scegliere per la famiglia?

Baia d'Oro

Il Salento offre numerose tipologie di strutture ricettive per soddisfare tutte le esigenze e per tutte le tasche.

Per chi ha scelto di trascorrere le proprie vacanze con famiglia al seguito a Torre Mozza, per godersi i paesaggi spettacolari, il mare limpido e le spiagge bianche, la soluzione è il Residence la Baia d'Oro.

Ideale per una vacanza a misura di famiglia perché è dotato di un parco giochi per i più piccoli, dispone di campi da calcetto e da tennis e organizza miniclub e junior club per bambini e ragazzi dai 4 ai 16 anni.

La struttura perfetta per chiunque desidera una vacanza con tutti i servizi di assistenza e animazione senza rinunciare ai comfort che fanno sentire a casa, evitando spese eccessive.

Baia d'Oro a Torre Mozza è un residence molto apprezzato anche dai giovani che qui si divertono facendo attività come: fitness, zumba e acquagym. La sera poi si organizzano spettacoli di cabaret, feste a tema e balli di gruppo.

La struttura e i servizi offerti

Il residence fa parte di un ampio comprensorio turistico con servizio reception e aree relax, chiosco bar e un anfiteatro per le serate di animazione.

É situato in una posizione strategica che permette di spostarsi lungo il litorale ionico in pochi minuti d'auto. C'è da considerare che Baia d'Oro dispone a pochissimi metri di una spiaggia privata con ombrelloni e sdraio riservata agli ospiti.

La zona è ben servita da esercizi commerciali, infatti, nel raggio di 200 metri si trovano ristoranti, minimarket e bar.

La struttura è composta di appartamenti di varie tipologie, bilocali da 2/3 letti e trilocali da 4/6 letti, disposti su un unico livello a schiera oppure inseriti in palazzine a due piani. Arredati in modo pratico e funzionale, gli appartamenti sono confortevoli e attrezzati con angolo cottura, TV, terrazzo o balcone abitabili con tavolo e sedie.

Scopriamo insieme quale sarà la meta più gettonata del 2016

Il porto di Gallipoli

Nell'arco degli ultimi anni il Salento è riuscito ad imporsi come meta vacanziera fra le più gettonate anche per i turisti stranieri; diversi i riconoscimenti con i quali sono state premiate varie località di questa parte d'Italia, fra cui troviamo Gallipoli e Lecce, e l'obiettivo è confermarsi pure per l'estate 2016 quasi alle porte.

Le ragioni di un successo crescente

Nell'ultima indagine che riguarda il turismo internazionale effettuata da Bankitalia, Lecce è risultata essere ai primi posti nell'apprezzamento da parte dei turisti stranieri e visitando la città salentina tale risultato non sorprende di certo; questa parte della Puglia non è fatta soltanto di spiagge e mare, come dimostra proprio il centro storico di Lecce, una vera perla di tutto il sud Italia.

Se a ciò si aggiungono, poi, le tradizioni in ambito culinario e non solo, è facile comprendere come il Salento riesca ad attirare ogni anno un numero crescente di turisti provenienti da ogni parte del mondo. Certo, lo splendido mare salentino resta un'attrazione unica che invoglia i turisti a visitare città come Lecce, ma poi camminando per il centro si scoprono le meraviglie dell'epoca barocca, fra cui ad esempio il Duomo o la basilica di Santa Croce e si rimane incantati. I tanti ristoranti consentono poi di gustare i piatti tipici della zona, accontentando anche i palati più esigenti.

Salento: un marchio a livello internazionale

Per questa serie di ragioni il Salento si è ormai imposto come un brand sempre più noto in ambito internazionale, in grado di richiamare turisti sia europei che extra-europei, alla scoperta di un luogo che troppo a lungo è stato sottovalutato.

Negli ultimi anni, anzi, il territorio salentino è diventato molto di moda per le vacanze, un po' come lo era fino a poco tempo fa la Costa Smeralda, per molti una meta irrinunciabile proprio perché tutti, o quasi, si recavano in vacanza in quel lembo del nord Sardegna.

Oggi i turisti sono attratti dal Salento perché offre quegli elementi che non devono mancare in una vacanza estiva come il sole, le spiagge e il mare - e di cui, visto il clima della zona, si può usufruire anche in altri momenti dell'anno - ai quali si aggiungono cultura, buon cibo, divertimento e ospitalità, dato che non mancano gli appuntamenti organizzati da amministrazioni locali e associazioni e i giovani hanno la possibilità di trovare una vita notturna davvero coinvolgente.

In vista dell'estate 2016, dunque, Lecce e le altre città del Salento puntano a confermarsi far le mete più apprezzate e a far crescere ancora il numero di turisti che scelgono questa terra come destinazione delle proprie vacanze estive, ma non solo.

Case vacanze a Lido Marini: le soluzioni pensate per te

Lido Marini

Scegliere delle case vacanze a Lido Marini per soggiornare nel Salento può essere davvero una magnifica idea per regalarsi una piacevole vacanza estiva in questo affascinante lembo della Puglia, vediamo dunque quali sono le principali peculiarità di questa località.

Dove si trova Lido Marini?

Lido Marini è una piccola località situata sul versante ionico del Salento, a breve distanza dal comune di Ugento.

Lido Marini ha la particolarità di appartenere sia al comune di Ugento che a quello di Salve, ma aldilà di queste caratteristiche di natura puramente amministrativa è interessante sottolineare che Lido Marini sorge in un tratto costiero davvero incantevole.

Lido Marini si trova tra due località balneari altrettanto splendide, ovvero Torre Mozza e Torre Pali, una posizione strategica da cui ci si può facilmente spostare verso le zone del Capo di Leuca, a Nord verso Gallipoli, verso Ugento e anche sul versante adriatico salentino, ad esempio dalle parti della Marina di Tricase.

La bellezza di Lido Marini

Lido Marini vanta un bellissimo mare, come tipico, d'altronde, di tutto il Salento e delle spiagge sabbiose molto ampie, perfette per la balneazione.

Il paesaggio, così naturale e riposante, è inoltre impreziosito da un entroterra ricco di verde, con la vegetazione più tipica della Macchia Mediterranea.

Lido Marini è una località perfetta per chi desidera una vacanza all'insegna del relax, trascorrendo delle lunghe giornate al mare ed è molto scelta da coppie e famiglie, anche con bambini piccoli.

Perché scegliere delle case vacanza

A Lido Marini non sono presenti importanti strutture ricettive: le soluzioni di pernotto in questa località, dunque, corrispondono in modo pressochè esclusivo alle case vacanza proposte direttamente dai privati.

Questa soluzione sa rivelarsi assai accattivante e consente di alloggiare all'insegna della massima libertà a due passi dal mare in un contesto riposante e mai caotico.

Le destinazioni salentine ideali per Pasqua

Otranto

Pasqua è senza dubbio un periodo bellissimo per visitare il Salento: grazie alla campagna in piena fioritura, ci si può dedicare a lunghissime passeggiate rilassanti, oppure organizzare una vera e propria fuga dalla città, facendo un tuffo nel primo mare.

Mare e arte: Otranto, Gallipoli e Porto Cesareo

Alla fine di una litoranea panoramica affacciata sull'Adriatico, si trova uno dei 'borghi più belli d'Italia'. Otranto è ricca di monumenti religiosi e luoghi d'interesse: come l'antica cattedrale di Santa Maria Annunziata, eretta durante la dominazione normanna, il monastero di San Nicola di Casole, ex biblioteca più importante d'Europa e le molteplici cripte e catacombe dell'età paleocristiana. A nord invece si trova la Baia dei Turchi, una piccola insenatura di sabbia finissima protetta da una parete di roccia calcarea e da un'odorosa pineta.

Sul versante opposto, si estende Gallipoli, denominata la 'Perla dello Ionio' per via delle sue acque verde-blu. Il centro storico è caratterizzato da una vastità di monumenti edificati secondo i tratti caratteristici del Barocco leccese, che potrebbero fruttare alla città il riconoscimento di Patrimonio dell'Umanità.

Nei pressi del parco naturale regionale Isola di Sant'Andrea e litorale di Punta Pizzo, le lunghe spiagge dorate possono essere ammirate dall'alto delle terrazze esclusive, per un aperitivo musicale con vista; Punta Suina stupisce per la spiaggia dai tratti esotici, mentre continuando a percorrere la costa ionica si giunge a Porto Cesareo, una cittadina costiera divisa tra dune sabbiose e fondali coralliferi protetti, punteggiata da torri di avvistamento e antichi siti archeologici.

L'area dell'entroterra è costellata di masserie, ex costruzioni industriali risalenti al XVI secolo, che invitano i turisti a godere del gusto rustico di una vacanza nel punto più a Sud-Est d'Italia.

Entroterra: un tuffo nella cultura locale

Arte e cultura sono le parole chiave dei borghi salentini poco distanti dalla costa, dove si trovano le pajare, costruzioni dell'era contadina che oggi regalano, con il loro bianco abbacinante, un pittoresco soggiorno dotato di tutti i comfort dell'era moderna.

È d'obbligo compiere quei pochi chilometri che separano Otranto da Maglie, per godere della processione del Venerdì Santo, quando le statue della tradizione vengono accompagnate dai rappresentanti delle confraternite locali e dalle prefiche, intonando canti di dolore.

Torre dell'Orso: la spiaggia avvolta da leggenda

Le Due Sorelle a Torre dell'Orso

Il mare limpido e cristallino, premiato da molti anni con la bandiera blu, le spiagge di sabbia finissima color dell'oro e il clima mite rendono Torre dell'Orso una delle mete balneari più rinomate di tutto il Salento. Uno scenario paradisiaco che nasconde, anche, una bellissima leggenda.

Le "Due Sorell" e la loro leggenda

A Torre dell'Orso, proprio al centro di quel mare che sembra fondersi nel cielo per il suo azzurro così intenso, sorgono due scogli che (a prima vista) sembrano perfettamente identici: sono le "Due Sorelle".

La leggenda legata alla loro nascita è davvero affascinante ed è parte integrante della tradizione salentina. Il mito vuole che due fanciulle di rara bellezza, decisero un giorno di lasciare la campagna per recarsi al mare, sulle scogliere di Torre dell'Orso, alla ricerca di un po' di refrigerio dal caldo torrido. Una delle due sorelle, forse affascinata dal mare così limpido, forse alla ricerca della brezza fresca, si sporse tanto da cadere in acqua. Le grida di aiuto giunsero all'orecchio dell'altra sorella che, nel tentativo di salvarla, si buttò anch'essa in mare trovando, però, una sorte funesta.

Entrambe le sorelle morirono e il mare accolse i loro bellissimi corpi, così belli che decide di tramutarli in scogli. Così, le due sorelle sono ancora là, in quel mare tanto amato, a stringersi in un abbraccio eterno.

Le bellezze di Torre dell'Orso

Oltre alla leggenda, Torre dell'Orso è una delle baie più belle e più grandi di tutto il Salento, ricca di grotte, isole e di insenature marine, meta di un turismo sempre crescente.

Deve il suo nome ad una antica torre di avvistamento utilizzata per scrutare il mare alla ricerca delle navi turche in arrivo sulla costa. Grazie alla sua posizione, poco distante sia da Lecce che da Otranto e ad esse ben collegata, questa cittadina è, nel corso di pochi anni, letteralmente rifiorita. Oggi può vantare, infatti, numerosissime attività, sagre e feste che rendono il suo centro turistico davvero all'avanguardia.

Fonte immagine: Olivier Bourgi I Concert Photographer

 

Vacanze a Castro: scopri la Perla del Salento

La Basilica di Castro

Castro è un comune salentino in provincia di Lecce che racchiude in sé bellezze di grande prestigio, tra l'altro sempre più rinomate ed apprezzate.

In posizione strategica, affacciata su un mare dalla limpidezza cristallina, Castro fu popolata fin dall'antichità. Le testimonianze di questa frequentazione arricchiscono il fascino del piccolo paese e sono ben note le grotte che punteggiano la costa e che ancora conservano tracce del passato.

Le colline che fanno da sfondo al paese quando è visto dal mare danno a Castro un fascino particolare, così coreograficamente collocata tra il verde e il blu delle acque. Un'immagine da cartolina che conquista chiunque.

Sicuramente una parte dell'attrattiva di questo luogo è merito delle sue tante ed eccezionali bellezze naturali, che soddisfano chi ama vivere intensamente profumi, colori e sapori di un luogo.

Le bellezze naturali

Può essere davvero intenso il soggiorno a Castro. La località annovera una tale quantità di attrazioni che di solito ci si propone di ritornare per goderne ancora.

Abbiamo citato le grotte: la 'grotta degli stracci', ovvero la Grotta Zinzulusa, va visitata almeno una volta per lasciarsi sbalordire dall'incredibile capacità della natura di creare forme e paesaggi del tutto inusuali. Il nome deriva dalle formazioni carsiche che ricordano gli stracci appesi. Altrettanto meritevole è la Grotta Romanelli, con i resti provenienti dal Paleolitico.

Amate i boschi? Castro vi offre una passeggiata nel Bosco della Scarra, la testimonianza rara di un insieme di lecci poco distante dal paese, attrezzato affinché gli ospiti possano usufruirne.

Attrattive architettoniche di Castro

Non solo natura, ma anche attrazioni capaci di catturare l'attenzione degli amanti della cultura e delle opere dell'uomo.

Un esempio è il Castello Aragonese del XIII secolo, a strapiombo sul mare, ben conservato, dal quale si gode uno stupendo panorama.

La Cattedrale è interessante, ma ancor più lo è la piazza in cui e ubicata e tutto il centro storico, dove si respira la vera anima di Castro: ospitale, turistica, ma soprattutto genuina e sincera.

Un tesoro preistorico nel Salento: cosa vedere a Porto Badisco

Porto Badisco

Il Salento è ricco di meravigliose località balneari; tra di esse non si può non citare Porto Badisco, situata nel comune di Otranto. Oltre alle belle spiaggia, al mare limpido e alla rinomata tradizione culinaria legata ai ricci di mare questa cittadina può vantare un passato davvero unico e straordinario fondato su storia, mito e leggenda.

La misteriosa Grotta dei Cervi

La leggenda vuole che Enea, le cui gesta furono narrate da Omero nel suo famoso poema epico "Eneide", fuggendo da Troia invasa e distrutta dagli Achei fede il suo primo approdo proprio sulla costa salentina e in particolare a Porto Badisco. Seppur molto affascinante questa teoria pare, però, molto incerta. In realtà, la storia di quella piccola località balneare ha origini molto più antiche.

All’interno di quella che oggi viene chiamata "Grotta dei Cervi" sono stati, infatti, ritrovati dei pittogrammi risalenti addirittura al Neolitico, a testimonia che l’uomo abitava la costa salentina già millenni or ‘sono. La grotta non è visitabile dal pubblico, a causa del suo delicato equilibrio, ma gli studiosi nel corso degli anni l’hanno esaminata a lungo arrivando a ricostruirne quasi certamente l’origine, la funzione e il significato dei disegni ritrovati al suo interno. La grotta deve il suo nome proprio ad uno dei pittogrammi più significativi che furono ritrovati e che rappresenta, appunto, una caccia al cervo.

Porto Badisco: tra simboli sacri e ricci di mare

I disegni ritrovati all’interno della Grotta dei Cervi sono stati realizzati con guano di pipistrello e hanno svariate forme: alcune geometriche, altre ricordano umani e altre ancora animali.

Quello che può essere considerato il più famoso è, senza dubbio, il "Dio che balla", raffigurante uno sciamano impegnato in una danza rituale. Questo pittogramma è divenuto uno dei simboli del Salento, in quanto è alla sua tradizione di balli e musiche tra sacro e profano (come la taranta). Dopo aver scoperto le tradizioni tipiche del luogo, sarà possibile assaggiare anche una delle specialità di Porto Badisco: i ricci di mare. Questo frutto di mare molto difficile da preparare ha reso, infatti, la cittadina famosa in tutto il Salento.


Fonte immagine: Laurent

Pagine

Condividi Condividi via mail Condividi fu Facebook Condividi fu Twitter