Festa e Fiera di Sant'Andrea a Presicce

Posizione: 

2

La Festa di Sant'Andrea si svolge a Presicce tra il 29 e il 30 novembre.

Sant'Andrea, fratello minore di San Pietro, fu un apostolo di Gesù Cristo e un pescatore; la tradizione vuole che Gesù stesso lo avesse chiamato ad essere suo discepolo invitandolo ad essere per lui "pescatore di anime" assieme a suo fratello. A ricordare il mestiere del Santo, in occasione dei festeggiamenti è consuetudine mangiare le triglie e alla festa patronale è abbinata una sagra del pesce. Durante i giorni di festa si tiene anche una ricca fiera dell'artigianato, dove si possono trovare tutti gli oggetti tipici della tradizione manifatturiera salentina, come i fischietti, i cesti in vimini, le ceramiche, le lavorazioni in ferro battuto.

Per annunciare l'arrivo della festa patronale, nove giorni prima, i musicisti suonano il tamburello per le vie cittadine vestiti in costume tradizionale. La festa ha inizio con la Santa Messa e la processione della statua del Santo per le vie cittadine. Concludono l'evento i fuochi artificiali, nella mezzanotte del giorno 30. Nella piazza principale, un grande falò viene acceso e mantenuto vivo durante i due giorni di festa; il fuoco è simbolo di luce e di vita ed è collegato strettamente con il culto del sole. Il fuoco è un elemento presente anche nei falò che i contadini salentini accendevano nel periodo che va dal solstizio d’inverno al solstizio d’estate: le usanze prevedevano salti e danze di pizzica e taranta intorno al fuoco, a voler simboleggiare il delicato e importante momento in cui nel corso dell’anno si passa dal buio alla luce, dalla morte della natura alla vita.

Condividi Condividi via mail Condividi fu Facebook Condividi fu Twitter