Itinerario marittimo la Grotta della Zinzulusa a Castro

La grotta Zinzulusa è una grotta carsica che si apre direttamente sul mare, precisamente sul tratto costiero che va da Santa Cesarea Terme a Castro Marina.

Siamo in pieno Salento in prossimità della cittadina Otranto in provincia di Lecce, la cui litoranea costiera è una delle più suggestive e superbe.

Il nome Zinzulusa deve la sua origine alla presenza di numerosi stalattiti e stalagmiti che in dialetto salentino vengono detti appunto “zinzuli” ossia stracci.

La grotta è abitata da numerose colonie di pipistrelli ma, l'interesse e gli spunti che offre tale formazione geologica, non si fermano soltanto all'aspetto biologico ma, anche a quello storico.

Numerosi sono infatti i reperti e i manufatti ritrovati al suo interno risalenti al neolitico, al paleolitico e addirittura all'epoca romana.

Fra i ritrovamenti più importanti si ricordano utensili quali bulini, lame, dei cocci di ceramica, preziosi manufatti in osso, in selce e in ossidiana, tutti oggetti che testimoniano una frequentazione ed una presenza regolare dell'uomo in quelle epoche remote.

Altrettanto numerosi sono i resti fossili di uccelli, felini, cervi e addirittura elefanti, orsi, ippopotami e rinoceronti che testimoniano la varietà di specie presenti nel Salento delle epoche passate, nonché della differenza climatica rispetto ad oggi.

L'itinerario turistico per visitare tale meraviglia si snoda sui primi 150 metri, quelli con più formazioni di stalattiti e stalagmiti mentre, la restante parte, può essere visitata soltanto su appuntamento e per motivi di studio o di ricerca.

La grotta è visitabile in tutto l'anno, ovviamente con condizioni del mare consone.

Una curiosità: nel periodo natalizio all'interno della Grotta della Zinzulusa viene allestito uno scenografico presepe rendendo la sua visita ancora più suggestiva.

Condividi Condividi via mail Condividi fu Facebook Condividi fu Twitter