Corsano

Località e Territorio

Corsano è una cittadina situata sul versante orientale del Capo di Leuca. Dista 59 km dal capoluogo di provincia, circa 15 km dal Mar Ionio e include un tratto della costa adriatica del basso Salento. E’ parte del Consorzio Intercomunale Capo Santa Maria di Leuca, aderente al club dei Borghi Autentici d'Italia. Il comune sorge su un terreno di natura carsica a metà strada tra la Serra dei Cianci, la principale altura dell’area Salentina, e la costa adriatica.

Dal 2006 una parte del territorio di Corsano rientra nel Parco Costa Otranto - Santa Maria di Leuca e Bosco di Tricase, istituito dalla Regione Puglia allo scopo di salvaguardare la costa orientale del Salento, ricca di pregiati beni architettonici e di importanti specie animali e vegetali.

Le Origini

Alcune specchie, megaliti di probabile origine neolitica, testimoniano le antiche origini del centro di Corsano, abitato si dai tempi dei Messapi o anche antecedenti. La fondazione vera e propria del paese risale all’epoca romana oppure, secondo altre ipotesi, all’epoca bizantina. I monaci basiliani, in fuga dal vicino Oriente a causa delle persecuzioni, contribuirono alla nascita del paese e alla diffusione del culto di San Biagio e Santa Sofia, Santi protettori di Corsano. Con la distruzione dei casali circostanti da parte dei pirati, il paese si sviluppò ulteriormente. Corsano fece parte della Contea di Alessano e del Principato di Taranto (1088 - 1463), in seguito fu diviso e controllato da vari feudatari che si succedettero nei successivi decenni. Gli ultimi Baroni di Corsano furono i Capece, detentori del titolo fino all'eversione della feudalità avvenuta nel 1806.

Secondo studi storici, il toponimo deriverebbe dal nome latino del centurione romano Cortius, che gestì il territorio durante il periodo della conquista romana del Salento.

Come arrivare

Dall’Aeroporto di Brindisi SS613 per Lecce; SS16 per Maglie; SS275 in direzione Santa Maria Di Leuca; SP178 per Tricase-Tiggiano-Corsano.

Cosa Vedere

  • Chiesa di Santa Sofia: la chiesa fu costruita nel 1939 sulle macerie dell'omonima chiesa del XVI secolo, crollata nel 1932 a causa del cedimento del campanile. La chiesa è stata soggetta a continui controlli e lavori a causa del terreno calcareo su cui è stata costruita. La facciata si rifà allo stile romanico, la pianta è a tre navate; all’interno si trovano l’altare maggiore dedicato a santa Sofia e i due laterali a san Biagio e alla Madonna del Rosario, un battistero in marmo di Carrara dei primi anni del XIX secolo, vari dipinti e un pulpito ligneo.
  • Chiesa di San Biagio: è l’attuale chiesa parrocchiale è dedicata al Santo protettore di Corsano, San Biagio. La struttura poggia su sei pilastri pentagonali situati ognuno ai vertici dell'esagono centrale. L'interno custodisce tre altari, le vetrate eseguite in occasione del Giubileo del 2000 e il lampadario centrale a quattro cerchi concentrici con foglie di ulivo in oro.

  • Chiesa dell'Immacolata: edificata nella seconda metà del XVIII secolo, la Chiesa dell'Immacolata presenta un prospetto in pietra leccese e una pianta a navata unica. La chiesa ospita un altare barocco dedicato alla Madonna Immacolata e una statua della stessa. Dopo il crollo della vecchia parrocchiale di Santa Sofia, la cappella dell'Immacolata fu chiesa madre fino al 1939.

  • Cappella di San Bartolo: la chiesa fu edificata nel 1714 per volere della famiglia Bortune. Molto semplice nelle linee e modesta nelle dimensioni, priva di decorazioni, conserva una tela raffigurante il martirio di San Bartolomeo e una statua del Santo.

  • Cripta basiliana: è possibile che la cripta in origine fosse un insediamento rupestre, trasformato poi in luogo di culto dai monaci basiliani. Conserva un altare e un bassorilievo.

  • Castello Baronale Capece: costruito nel XVII secolo sui resti di un'antica fortezza del XIII secolo, il Castello di Corsano ha subito vari interventi e modifiche nel corso dei secoli. Esso presenta i tipici soffitti a stella e a botte, è dotato di un giardino pensile e ospita resti di antichi affreschi. Al corpo principale in passato era annessa una cappella dedicata a san Vito. Secondo la leggenda i feudatari Capece fecero costruire un passaggio segreto che, in caso di pericolo, avrebbe permesso al barone di raggiungere la campagna.

  • Torri costiere: la Torre Specchia Grande risale al 1584 e con ogni probabilità è stata oggetto di restauro; oggi presenta solo la base di forma conica e una scala in muratura addossata alla parete esterna. La Torre del Ricco (o Torre del Rio o Cala del Rio) fu costruita nella seconda metà del XVI secolo. Della struttura originaria rimane solo parte del basamento in pietra e terra rossa.

Itinerari

- Itinerario Religioso: I Luoghi di Culto

- I Castelli del Basso Salento

- Itinerario Marittimo: Le Grotte e le Torri Costiere del Mare di Leuca

- Itinerario Gastronomico e della Tradizione: Sagre, Feste Patronali ed Eventi popolari

Curiosità

Il comune di Corsano è particolarmente noto per la produzione di cravatte artigianali. Si possono trovare numerose aziende dedite a questa tradizionale e antica attività artigianale.

Eventi e Festività

  • Festa Patronale di San Biagio: 3 febbraio

  • Fiera di Santa Maura: 1º maggio

  • Festa patronale estiva di San Biagio: fine luglio

  • Sagra Agreste: 7 agosto

  • San Bartolomeo: 24 agosto

  • Fiera dei SS. Medici: seconda domenica di ottobre

Corsano
Appartamento caratteristico, perfetto per 3-4 persone, ubicato al primo piano di un villino bifamiliare. Arredato...
Corsano
Ubicato a Corsano, piccolo e pittoresco paesino sulla costa adriatica del Salento, appartamento al primo piano con due...
Condividi Condividi via mail Condividi fu Facebook Condividi fu Twitter