Tiggiano

Località e Territorio

Tiggiano è un comune salentino, facente parte del GAL Capo di Leuca. Dista 58 km dal capoluogo provinciale e include un breve tratto della costa orientale salentina. Fa parte del Consorzio Intercomunale Capo Santa Maria di Leuca aderente al Club dei Borghi Autentici d'Italia. Il territorio di Tiggiano sorge nei pressi di una serra, lungo i cui pendii è situato il Bosco Le Chiuse, costituito da lecceta e macchia mediterranea. Il paesaggio circostante il comune è un paesaggio rurale, caratterizzato da vegetazione arbustiva tipica, uliveti, rocce calcaree, muretti a secco e pajare.

Dal 2006 una parte del territorio tiggianese rientra nel Parco Costa Otranto - Santa Maria di Leuca e Bosco di Tricase, istituito dalla Regione Puglia allo scopo di salvaguardare la costa orientale del Salento, ricca di pregiati beni architettonici e di importanti specie animali e vegetali.

Le Origini

Tiggiano ebbe origine durante il periodo della conquista romana del Salento. La prima documentazione scritta risale al 1270; in questo documento si afferma che Tiggiano entra a far parte della Contea di Alessano e del Principato di Taranto. Durante il periodo feudale il territorio passò sotto il controllo di Rodolfo De Alneto, della famiglia Arcella, degli Orsini del Balzo, dei Gonzaga, dei Brayda, dei Trane, dei Gallone e infine dei Serafini da Morciano fino al 1806, anno della eversione dalla feudalità.

Come arrivare:

Dall’Aeroporto di Brindisi SS613 per Lecce; SS16 per Maglie; SS275 fino a Montesano; SP178 per Tricase; SP335 per Tiggiano.

Cosa Vedere

    • Chiesa di Sant’Ippazio: edificata nel XVIII secolo, la chiesa di Sant'Ippazio sorge sulla struttura di una vecchia cappella. La facciata è semplice e modesta e presenta un portale barocco del 1758. L'interno, a croce latina, accoglie due profonde cappelle con altari e tele, un pulpito cinquecentesco con motivi arabeschi e un organo a canne.

    • Cappella della Madonna Assunta: eretta verso la metà del XVIII secolo, la chiesa della Madonna Assunta è sede dell'omonima Confraternita. La facciata presenta decorazioni barocche. L'interno, con pianta a croce latina e campata unica, custodisce un organo a canne settecentesco, gli altari di San Giuseppe e Sant'Antonio da Padova e un altare maggiore scolpito con foglie d'acanto.

    • Cappella di Sant’Angelo: edificata nel XVI secolo, la piccola chiesa è stata oggetto di vari rifacimenti nel corso dei secoli. La cappella presenta un portale sobrio con rosone e custodisce al suo interno una tela raffigurante l'Arcangelo e un altare del 1590.

    • Cappella dell’Immacolata: nota anche come il Calvario, la cappella dell'Immacolata risale al 1872. All'esterno sono affrescate le scene della Crocifissione, della Deposizione dalla Croce e della Sepoltura. L'interno è a pianta quadrangolare con volta a spigolo e custodisce una tela dell'Immacolata del 1873.

    • Palazzo Baronale Serafini-Sauli: edificato verso la metà del XVII secolo su antiche strutture difensive dal feudatario di Tiggiano Angelo Serafini, il Palazzo Baronale è stato oggetto di diversi ampliamenti nel corso dei secoli; in principio l'ingresso principale si trovava sotto il balcone, successivamente lo stesso fu spostato più a sud. Il palazzo presenta due cortili interni, un piccolo campanile a vela e un balcone esterno decorato, un grande giardino retrostante con frutteto, una torre colombaia e un bosco di leccio. Dal 1985 il palazzo è sede del il Municipio.

    • Torre Nasparo: Torre Nasparo fa parte delle numerose torri di avvistamento presenti sulla costa salentina. Fu costruita con pietrame irregolare e terra rossa nel 1565 durante la dominazione spagnola. Situata su un promontorio roccioso, comunicava visivamente con Torre Palane e con Torre Specchia Grande. La torre di Tiggiano viene segnalata da tutte le cartografie e da molti documenti oggi conservati nell'Archivio di Stato di Napoli e dall'elenco delle Torri della Regia Corte.

    • Masseria Matine: le masserie erano delle grandi aziende agricole spesso abitate dai proprietari terrieri e dagli stessi contadini. Molte delle strutture masserizie risultano fortificate con mura e torri, per garantirne la difesa. Masseria Matine è situata in un'ampia piana circondata da uliveti. Essa consiste di una torre fortificata, una corte interna, un giardino con torre colombaia e diversi vani destinati agli animali o al deposito di materiali e raccolti.

    • Bosco Le Chiuse: il bosco Le Chiuse, situato a metà strada tra il comune di Tiggiano e quello di Tricase è una formazione boschiva a prevalenza di lecceta, formazioni arboree di quercia vallonea e altri arbusti e piante tipici della macchia mediterranea. 

Itinerari

- Itinerario Religioso: I Luoghi di Culto

- L’Architettura Civile: Corti, Palazzi e Residenze Nobiliari

- Itinerario Marittimo: Le Grotte e le Torri Costiere del Mare di Leuca

- Itinerario Rurale: La Campagna, Le Masserie e i Frantoi

- Itinerario Green: le Serre, i Boschi, la Natura del Salento

- Itinerario Gastronomico e della Tradizione: Sagre, Feste Patronali ed Eventi popolari

Curiosità

La coppia hollywoodiana costituita da Taylor Hackford, regista di “Ufficiale Gentiluomo” e “Il patto col Diavolo”, e l'attrice Helen Mirren, che nel 2006 ha interpretato la Regina Elisabetta in “The Queen”, ha acquistato la cinquecentesca Masseria Matine. Oggi i due sono cittadini onorari del comune di Tiggiano.

Eventi e Festività

  • Festa di Sant’Ippazio: 19 gennaio

  • Sagra delle quattro pignate : 13 agosto

 

Condividi Condividi via mail Condividi fu Facebook Condividi fu Twitter